S.S LAZIO 1927 VS ASD LUISS RUGBY

a cura di Gaetano Salcuni

Roma, sabato 8 ottobre presso il campo “Antonio Nori” di Tor Tre Teste è andata in scena la prima giornata del campionato C2 di rugby, che vede fronteggiarsi la LUISS contro la Lazio. Per la squadra universitaria è un ritorno in questo campionato dopo 5 stagioni di assenza mentre i locali godono di una ottima rosa d’esperienza, con atleti provenienti dalla serie A. Naturalmente questo non spaventa i nostri che anzi, dopo il discorso di coach D’Ambrosio e capitan Barbato, scendono in campo carichi, concentrati e pronti a tutto per portare a casa la vittoria.

Difatti l’inizio è combattuto, con una Lazio serrata e una Luiss agguerrita, che nei primi 15 minuti di gioco sfiora la prima meta per un soffio per poi vedersi ribaltare il gioco a proprio svantaggio. Rimane difficile riprendere una volta ostacolati, e la Lazio comincia a macinare terreno raggiungendo al minuto 24 la sua prima meta. Partita difficile resa ancora più ardua dal tempo, con un diluvio che si impone prepotente sul campo per tutta la restante durata del primo tempo di gioco e, continuare, per tutto il secondo. Verrebbe da chiedersi se la partita sia a senso unico nella prima metà di gioco, ma il gioco si ribalta una seconda volta quando i ragazzi della Luiss, con incrocio e scambio palla, riescono a segnare con Riccioni, chiudendo il primo tempo con una piccola soddisfazione. Nel breve intervallo, l’allenatore sottolinea i punti di forza dei ragazzi, l’ottimo lavoro difensivo dell’ala chiusa Giacomo Gaggia, che impedisce l’avanzata sul suo lato con una serie di placcaggi mirati e devastanti e il lodevole lavoro in mischia del novizio Gianluca Finizio, entrato per la prima volta in una partita ufficiale come pilone. D’ambrosio invita i ragazzi a non soffermarsi tanto sul risultato della partita, ma uscire con determinazione da ogni situazione di gioco, bramare la palla e, quando possibile, trovare lo spazio per rompere la linea difensiva avversaria. Riprende la partita ed il secondo tempo segue l’esito del primo. La Luiss perde la sua prima partita di campionato con un risultato di 49-5, non riuscendo a contrastare capacità individuali eclatanti come il mediano d’apertura della Lazio, il quale, forte di anni di esperienza rugbistica e militanza in Serie A, risulta difficilissimo da bloccare.

 La LUISS tiene perfettamente sotto un punto di vista di mischia e vanta anche ottime individualità, ma non riesce, causa anche l’inesperienza, a reggere il confronto con una delle squadre più promettenti del Campionato. Il Capitano Amedeo Barbato dichiarerà a fine partita:

“Nonostante il risultato così netto a nostro sfavore sono orgoglioso di questi ragazzi. Abbiamo giocato un primo tempo di assoluta qualità, aggredendo gli avversari e reggendo gli impatti fisici. Poi c’è stato un crollo fisico da parte nostra che ha determinato la sconfitta finale. La Lazio è di una categoria tecnica superiore e l’ha dimostrato soprattutto durante il diluvio, mettendoci in grossa difficoltà con la sua abilità di passare da una parte all’altra del campo. Faccio i miei complimenti ai ragazzi per l’impegno, siamo un gruppo molto unito e sono sicuro che con il duro lavoro miglioreremo ogni giorno e ci toglieremo delle soddisfazioni. Questa partita e tutto il campionato che affronteremo sono dedicati al mio amico Ludovico.

Fischio finale, la prima è persa. Non ci sono lacrime negli occhi dei nostri, ma tanti abbracci, sorrisi e lo sconforto si fa sentire poco; ci penserà il “terzo tempo” a far tornare le risate. Il Campionato è lungo e la prima partita non sarà certo la decisiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *